COOKIE

Come scegliere un case per computer?

Che cos’è un case per pc?

Case o cabinet è l’involucro esterno di un computer desktop, questo componente oltre ad avere una grande valenza estetica è importante per garantire una buona areazione, un buon cablaggio e silenziosità al PC.

Di cosa bisogna tener conto quando si acquista un case?

  • Form Factor Cabinet e Alimentatore:
    Per form factor intendiamo le dimensioni del case che possono variare in larghezza, altezza e profondità.
    Per questo tipo di prodotto abbiamo diversi standard, i più comuni che possiamo trovare in commercio sono: Mini-ITX, Micro-ATX, ATX ed Extended-ATX.
    Ad ognuno di questi standard corrisponde una determinata dimensione ed una determinata fascia di prodotti che potremo andare a montare su di essi.
    Le schede madri più comuni ad esempio hanno standard Mini-ITX, Micro-ATX ed ATX, lo standard più piccolo, il Mini-ITX può essere montato su tutti gli standard sopracitati, al contrario una Motherboard di uno standard più grande (Micro-ATX o ATX) non potrà essere montato su un cabinet con uno standard più piccolo (Mini-ITX).
    Inoltre nei case Mini-ITX ed alcuni Micro-ATX può variare l’alimentatore che possiamo trovare nelle varianti ATX, SFX e TFX, ad ogni modo questo viene specificato nella scheda tecnica del case che state valutando per il vostro assemblato.

  • Alloggio scheda madre:
    Come accennato nel primo punto lo standard del cabinet dovrà essere compatibile con le dimensioni della scheda madre per poterci permettere un montaggio senza problemi.
    Una scheda madre Mini-ITX possiamo montarla su tutti i form factor sopra indicati.
    Una mainboard Micro-ATX possiamo montarla su tutti gli standard indicati ad eccezione del Mini-ITX.
    Una motherboard ATX possiamo montarla solo ed esclusivamente su case ATX ed E-ATX.
    Oltre a tenere conto delle dimensioni dovremo considerare anche gli attacchi frontali di un case, infatti la scheda madre dovrà permetterci di attaccare tutte le porte usb , card reader (lettori di schede) o docking station presenti nella parte frontale del case, questi attacchi a differenza dei jack audio e dei vari cavetti power, reset, power led ed HDD led sono gli unici attacchi che andranno collegati sulla scheda madre che possono variare.
    Di norma per ogni due porte USB frontali deve corrispondere un attacco USB su scheda madre, che a sua volta possono variare in USB 2.0, USB 3.0 e USB Type-C.
    Per il card reader l’attacco interno è sempre usb con le stesse varianti e il rapporto è di 1 a 1, quindi per un card reader avremo una porta usb interna occupata.
    Per la docking station, più rara da trovare su un cabinet ci basterà avere un classico attacco S.ATA libero su scheda madre più l’attacco S.ATA per l’alimentazione che andremo a prendere direttamente dall’alimentatore.

  • Alloggio HDD (Hard  Disk Drive), SSD (Solid State Drive) e Unità ottica (Masterizzatori DVD):
    Nei case possono variare il numero di alloggi predisposti per Hard Disk, Solid State e Masterizzatori DVD, si dividono in tre diverse misure 2,5”, 3,5” e 5,25”.
    La misura da 5,25”, che su alcuni case sta sparendo, si può usare oltre che per i masterizzatori dvd anche per pannelli frontali di vario genere e HD Rack (cassetti aggiuntivi per HDD).
    Mentre gli alloggi da 3,5” sono predisposti  di norma per gli hard disk meccanici e quelli da 2,5” per i dischi a stato solido, tuttavia su molti case è possibile trovare alloggi ibridi che permettono di montare sia solid state che hard disk.
    Inoltre sul mercato è possibile trovare dei kit che permettono al formato più piccolo di essere adattato allo standard più grande.
    Dovremo quindi tenere in considerazione il numero di hdd, ssd e dispositivi da 5,25” che vorremo montare da subito all’interno del nostro computer per scegliere un case per pc adeguato.
    Tra le altre cose è consigliato scegliere un case che ci permetta tranquillamente di espandere la nostra memoria di archiviazione in caso ce ne fosse bisogno.

  • Predisposizione per il dissipatore e ventole:
    Come scritto anche nella guida all’acquisto dei dissipatori, dalla scelta del case dipende la scelta del dissipatore o viceversa, infatti in caso di raffreddamento a liquido è specificato nella scheda prodotto del case il tipo di radiatore che possiamo montare e se è predisposto al montaggio del serbatoio con pompa, quindi al variare di queste informazioni sapremo se potremo montare un dissipatore a liquido all in one, un custom loop o un classico dissipatore ad aria.
    Per quanto riguarda i dissipatori ad aria l’unica cosa di cui dovremo tenere conto per andar bene con il case scelto è l’altezza, alcuni case non riescono ad ospitare dissipatori tower. Anche qui è consigliato leggere le misure del dissipatore e della larghezza del case, senza dimenticarsi che sotto al dissipatore c’è uno spessore creato dalla scheda madre e dalla parte destra del case che se predisposta per un cablaggio ordinato è un po’ più larga, è quindi consigliato prendere il cabinet un po’ più largo dell’altezza del dissipatore per essere sicuri di non commettere errori.
    Anche il numero delle ventole cambia da case a case, queste è possibile montarle, in caso di predisposizione, nella parte frontale, inferiore, posteriore, superiore e laterale. Prevedono inoltre diversi tipi di misure, le più comuni sono da 80mm, 120mm, 140mm e 200mm, nei case Mini-ITX potremo trovare anche 40mm e 60mm.
    Alcuni case hanno alloggi ibridi sui quali è possibile fissare delle ventole o il radiatore di un eventuale dissipatore a liquido.
    Tutte queste informazioni sono sempre disponibili nelle specifiche tecniche del cabinet che state scegliendo.
    Scegliere un case che permetta di montare un discreto numero di ventole è importante per l’aerazione del computer, di norma nella parte frontale ed inferiore si inseriscono ventole con aria in entrata mentre nella parte posteriore e superiore le ventole è consigliato metterle con aria in estrazione, questa disposizione è pensata tenendo conto che l’aria calda tende a salire e che nella parte alta/posteriore del case è presente il dissipatore della cpu dove quindi sarà presente aria più calda ed il nostro obiettivo è appunto quello di immettere aria fredda estraendo quella calda.
    Per avere un aereazione più efficace è inoltre consigliato tenere puliti i filtri antipolvere, scegliere un case che abbia delle prese d’aria e non incassare il cabinet all’interno di un mobile.

  • Alloggio scheda video:
    Quando scegliamo un case dobbiamo tenere conto anche della scheda video o meglio ancora del dissipatore della scheda video, già perché ci sono schede video che con il dissipatore arrivano fino a 410mm di lunghezza.
    Alcuni produttori di case per poter permettere il montaggio di queste schede video hanno dato la possibilità di rimuovere gli alloggi per hdd/ssd nella parte frontale del case. Altri invece hanno dato la possibilità di montare la scheda video in verticale tramite un apposito cavo di prolunga dell’attacco PCIe, questo cavo si chiama riser.

  • Accortezze:
    Quello che alla fine incide sulla scelta di un case più tosto che un altro sono le accortezze, ovviamente in rapporto con il prezzo, più andiamo su con il costo più aumentano le accortezze e la qualità dei materiali usati per il case.
    Le differenze sostanziali che possiamo trovare sono nei materiali, i case di fascia più economica sono fatti di plastica con eventuali pannelli trasparenti in plexiglass mentre nella fascia più alta possiamo trovare case in acciaio laminato e pannelli trasparenti in vetro temperato.
    Nella maggior parte dei case ormai troviamo i filtri antipolvere possiamo trovarli magnetici o sorretti da supporti di plastica che permettono una rimozione a slitta, questi ultimi sono un po’ più scomodi da rimuovere tuttavia i filtri magnetici sono più soggetti a spostamenti causati da botte involontarie che di fatto li rende inutili nel loro compito.
    Molto di tendenza in questo momento sono i kit RGB e aRGB, un kit RGB a differenza dell'aRGB non si può sincronizzare con il resto dei componenti quindi ha un illuminazione con controller a se mentre l'aRGB possiamo sincronizzarlo tranquillamente con la scheda madre e tutti i componenti attaccati sopra la mainboard da li poi possiamo scegliere se modificare gli effetti led con il software della scheda madre, con il telecomando del controller o con il tasto reset del case che perde la funzionalità di reset e diventa uno switch per gli effetti led dell'illuminazione del case per pc. 
    Altro particolare che rientra nella sfera estetica di un cabinet è la possibilità del cable management, ovvero la possibilità di posizionare i cavi in maniera ordinata nel laterale destro del case, in alcuni case troveremo delle vere e proprie canaline predisposte per il passaggio dei cavi e copri PSU, questo permette, lì dove presente il laterale sinistro trasparente, di vedere meno cavi possibili e un assemblaggio ordinato.
    Ad usare i computer sono anche i musicisti ed è per questo che i produttori di cabinet hanno pensato a dei case con dei pannelli fonoassorbenti inclusi, questo aumenta di gran lunga la silenziosità del PC.
    Inoltre tra le varie accortezze presenti nei case per pc è possibile trovare nella parte frontale/superiore regolatori RPM delle ventole, docking station, card reader, attacchi AUX e USB dorati.

  • Case con alimentatore:
    Nel mercato dei case, per chi non ha troppe pretese e vuole risparmiare, troviamo anche dei case dall’estetica sobria con degli alimentatori inclusi, solitamente da 500W senza certificazione di efficienza.
    Questi case per quanto economici hanno tutto l’essenziale per garantire il buon funzionamento di un PC e solitamente vengono consigliati a chi ne fa un uso blando, che quindi non ha l’esigenza di avere un aerazione impeccabile o di un alimentatore efficiente, anche se quest’ultimo è sempre consigliato per quanto specificato nella guida all’acquisto sugli alimentatori.

Ora che sicuramente hai capito come scegliere il case per il tuo pc visita il nostro catalogo dove puoi trovare case per pc gaming e case per workstation di qualsiasi form factor!

Menu

Roma PC Point

Roma PC Point

Valutato 5 / 5 Su 1 Voti
Store > ElectronicsStore
Via delle Pernici, 9 Roma
00169 Roma Italia
Orari del negozio
Oggi: 10:00 13:00 - 15:00 19:00
Domani: 10:00 13:00 - 15:00 19:00
verificato
S Z (silversurfer)
Utente verificato verificato


Ho acquistato un pc assemblato, facendomi consigliare dal tecnico, Lorenzo, il miglior compromesso tra qualità e prezzo non esagerato. Sono rimasto completamente soddisfatto. Consiglio vivamente a chi è di zona di affidarsi con fiducia a Roma Pc Point.
2023-05-29
5 / 5
da Google

Offcanvas
Offcanvas